Looking For Fashion?




Illuminante viso: l'Highlighter Layering è il nuovo trend make-up


Ci sono due make-up artist star di Instagram che possono portare l'applicazione dell'illuminante viso a un livello superiore. La resa è una pelle glowy, fresca, dewy che letteralmente significa dall'effetto rugiadoso. 

Ma per descrivere questo “bagliore appiccicaticcio” così desiderabile, non si pongono limiti alla creatività. C'è anche chi la chiama “dumpling skin”, termine coniato dalla truccatrice di New York Nam Vo che riesce a far diventare l'incarnato così glassato, effetto plump e dalla luminosità esagerata da diventare simile alla consistenza di un raviolo cinese e chi, come Claudia Neacsu, l'ha definita “Dolphin Skin”, una pelle lucida come quella di un delfino in mezzo al mare che si ottiene sovrapponendo blush e illuminante viso. 

Come applicare l'illuminante: la tecnica dell'highlighter layering

Nikki Wolf, conosciuta su Instagram come @Nikki_Makeup, è una delle due guru dell'highlighter che ha applicato al make-up e, nello specifico all'illuminante, la tecnica del layering della skincare coreana. Per mettere d'accordo chi preferisce l'highlighter liquido e quello in polvere, la make-up artist Nikki Wolff propone la stratificazione di prodotti per un incarnato glossy. Prima consiglia di stendere l'illuminante liquido e poi quello in polvere per riflettere la luce all over senza una resa eccessivamente metallica. “Adoro la pelle glossy, non troppo polverosa o metallica, ma che riflette la luce e magnificamente luminosa”, ha detto a Glamour Uk. 

Nikki consiglia di applicare con un pennello l'illuminante liquido (lei usa Shimmering Skin Perfector Liquid di BECCA)  su tutti i punti più sporgenti del viso e poi, una volta creata la base, di spolverare una cipria fissante nella zona T e un illuminante in polvere da posizionare sopra a quello liquido. “Questo passaggio non solo prolunga la durata dell'highlighter liquido, ma dà un effetto iridescente che non sembra polveroso”, spiega. “Per finire, ci vuole un tocco di illuminante nell'angolo interno dell'occhio, sulla punta del naso e l'arco di Cupido: questi piccoli ritocchi ingannano l'occhio e regalano una radiosità diffusa amplificatrice di bellezza”. 

La truccatrice Mary Philips è la seconda guru maestra nell'arte di applicare l'illuminante. Il suo trucco per aumentare la brillantezza si presenta sotto forma di formule liquide stratificate in diverse tonalità per creare una pelle glassata dall'aspetto wet. Per prima cosa, vaporizza un mist rivitalizzante sul viso, poi applica l'illuminante liquido e, per finire, un blush shimmering cremoso che si fonde alla perfezione (è Sheer Blush di Iconic London).